PIGRIZIA: 5 consigli per i figli svogliati

I bambini non nascono pigri, lo diventano. Ecco i nostri consigli per aiutarli!

Le vacanze sono appena iniziate, è pomeriggio e tuo figlio è seduto sempre lì a non fare niente. E’ quello che ha fatto ieri e probabilmente quello che farà anche domani. Lo sapevi che la pigrizia non è un carattere ereditario, ma piuttosto nasce da uno stile di vita poco sano?

Tu non vuoi che tuo figlio sia il tipo di persona che si blocchi immobile davanti alle cose, e soprattutto davanti alla tv o ai video-games! Tu vorresti stimolare tuo figlio ad avere tanti interessi e passioni, senza imposizioni o forzature. E’ giusto! Invogliare i propri figli a fare nuove esperienze è decisivo in fase di crescita. E’ venuta l’ora di dire STOP ALLA PIGRIZIA!

Ti sembra che al tuo bambino non interessi niente? Sei preoccupata perché ti sembra che il tuo bimbo non si stia godendo appieno l’infanzia? Prendi in considerazione i consigli della nostra Claudia. Leggi quanto segue!

5 CONSIGLI ANTI-PIGRIZIA

1.Fai quello vuoi tu – Al tuo bambino non gli va di fare certe cose. Ok, a te invece sì! Fai quello che ti piace fare e porta tuo figlio con te. I figli non hanno sempre bisogno di fare qualcosa di loro gradimento, ma anche solo di sperimentare nuove cose.

2.Fate un viaggio – A volte i bambini hanno la necessità di conoscere il mondo per scoprire cose nuove che poi ameranno fare, e rifare. Quindi, se è possibile organizzate gite giornaliere e viaggi, in modo da portare i bambini a contatto con altre realtà e nuove culture.

3.Coinvolgi un amico – Il bambino che non ama far niente non deve essere quello che decide cosa fare. Prendi l’iniziativa e organizza un pomeriggio con un suo amico che ha tanti interessi e spirito di iniziativa. Invitalo a casa vostra o fate un giro insieme. Il tuo bambino sarà invogliato a socializzare e partecipare ai giochi. In compagnia di un suo “simile”, forse arriverà a scoprire meglio cosa gli piace.

4.Inventa dei giochi (a Premi) – Coinvolgilo in qualche attività quotidiana, magari facendoti aiutare a tenere in ordine la sua stanza piena di giochi sempre in disordine. Organizza delle piccole sfide, ad esempio: Fatti una passeggiata per casa cercando 10 cose che appartengono alla tua stanza e mettile via. Se hai lasciato scarpe, giacche, cose di scuola, giocattoli o libri da qualche parte, ora è il momento di metterle a posto! Quando tuo figlio completerà la piccola sfida del giorno, potrà ricevere un piccolo premio. Magari un bel gelato! Questo lo aiuterà a fare qualcosa di divertente. Inoltre, ottenere una piccola ricompensa lo stimolerà i giorni successivi.

I PRINCIPI DEL METODO MONTESSORI PER MOTIVARE I PROPRI FIGLI

Il metodo Montessori ci insegna infatti che per ogni età ci sono dei lavoretti, dei compiti e delle faccende adatte ai più piccoli che sviluppano il senso del dovere e dell’obbedienza, e dunque aiutano a rafforzare la propria personalità. Su Chizzocute, potete trovare delle interessantissime attività da far fare ai vostri bambini, suddivise per fasce di età dai 2-3 anni  fino ai 12 anni.

Potrebbe interessarti anche: