Anna Jarvis, la founder della Festa della Mamma

Domenica 13 Maggio 2018 si festeggia la Festa della Mamma.

Non tutti però conoscono la storia di questa giornata. Per esempio, lo sapete perché non si dice mai Festa delle Mamme? Perché si preferisce il singolare al plurale? Per volontà di Anna Jarvis, l’attivista americana che diede origine alle celebrazioni di questa festa che tutte noi Mamme adoriamo tantissimo!

LE GIORNATE DELL’AMICIZIA TRA MADRI

Facciamo un piccolo tuffo nella storia e voliamo oltreoceano a metà Ottocento in West Virginia! E’ qui che tutto ebbe inizio, grazie a Ann Reeves Jarvis, la madre di Anna. Prima le donne si organizzarono in gruppi e, insieme, si impegnarono a migliorare alcuni aspetti della vita sociale. Condizioni igieniche, mortalità infantile e lotta alle malattie furono affrontate con grande impegno. Poi, durante la Guerra Civile Americana, queste associazioni di donne volontarie si occuparono anche dell’assistenza dei soldati feriti. Per celebrare il loro impegno, queste donne iniziarono a festeggiare le Giornate dell’Amicizia tra Madri e furono organizzati molti altri eventi locali d’ispirazione pacifista per sostenere le Madri che persero i figli in guerra.

IL PRIMO MOTHER’S DAY

Fu nel 1905, dopo la morte della madre, che Anna Jarvis decise di organizzare il Primo Mother’s Day della storia. Avvenne il 10 maggio 1908 su scala nazionale. Si organizzarono cerimonie a Grafton, in West Virginia, luogo natale di Jarvis, in una chiesa oggi chiamata International Mother’s Day Shrine (“Tempio della Festa internazionale della Mamma“). Anche a Philadelphia, dove Jarvis viveva, e in diverse altre città americane. Negli anni seguenti l’appuntamento riscosse sempre più successo, finché, nel 1914, il presidente americano Woodrow Wilson destinò ufficialmente la seconda Domenica di Maggio alla celebrazione della festività.

IL BUON PROPOSITO DI ANNA JARVIS

Anna desiderava che la festa fosse animata semplicemente da un profondo spirito di gratitudine. L’unico regalo sarebbe dovuto essere una giornata con la propria madre per ringraziarla di tutto ciò che aveva fatto. “Non era la festa di tutte le mamme, era la festa della migliore mamma che ciascuno di noi avesse mai conosciuto: la propria”. Ecco perché Anna insisteva che se ne parlasse al singolare: “Mother’s Day”, non “Mothers’ Day” (Festa della Mamma, non “delle mamme”).

Leggi anche: Mamma che festa il 13 Maggio 2018!

Anna Jarvis, la founder della Festa della Mamma

LA FESTA DEL COMMERCIO

A questo punto, la storia della Festa della Mamma prese una piega un po’ malinconica. I propositi della Madre fondatrice vennero presto offuscati dagli obiettivi commerciali dell’industria americana. La Giornata della Festa della Mamma si trasformò in un momento perfetto per incentivare l’acquisto di fiori, dolci, biglietti d’auguri. E la nostra Anna non ne fu per niente contenta.

Anna Jarvis, la founder della Festa della Mamma
Anna Jarvis

Jarvis, a questo punto, iniziò una lunga e faticosa lotta per la difesa della “sua” festa. Cercò di boicottare tutte le iniziative che cercavano di approfittarsi  per guadagnare di più. Anna combatté con tutta sé stessa per restituire alla Festa della Mamma lo spirito originario, ma come ben sappiamo, il commercio ebbe la meglio. Dopo una vita di battaglie, Anna morì senza ottenere nessun riconoscimento.

LA FESTA DELLA MAMMA NEL MONDO

Dagli Stati Uniti la ricorrenza si è diffusa in tutto il mondo, con usi e costumi molto tipici. In molti paesi si festeggia la seconda Domenica di Maggio. In Italia, la ricorrenza fu “importata” a partire dagli anni Cinquanta. Le cronache raccontano che una delle prime celebrazioni si tenne a Bordighera, zona non a caso famosa per la coltivazione di fiori freschi.

RITORNO ALLE ORIGINI

La storia ci insegna sempre qualcosa di nuovo. Siete ancora alla disperata ricerca di un regalo per la vostra mamma? State pensando ad un modo originale per stupirla? Fermatevi un secondo a ripensare allo spirito originario di questa Festa. Fate come avrebbe desiderato la fondatrice Anna Jarvis. Fate il possibile per ritagliare per voi stessi del quality time. Il migliore regalo sarà trovare un momento speciale da dedicare alla propria mamma.

E voi che ne pensate? Raccontateci nei commenti come festeggerete la Festa della Mamma 2018!

Anna Jarvis, la founder della Festa della Mamma

(Manuela Raganati) 

Potrebbe interessarti anche: